28 giugno 2019

La ferma presa di posizione degli assistenti sociali di Roma  che fin dalla scorsa primavera sono in stato di agitazione e hanno minacciato di bloccare, per la prima volta nella storia, i servizi sociali della capitale, l’impegno dei sindacati e, finalmente, la ragionevolezza delle istituzioni ha portato ieri all’accordo con l’amministrazione di Roma Capitale per il settore.  Nell’accordo si prevede l’assunzione straordinaria di 170 assistenti sociali (di cui 12 a tempo indeterminato), oltre a 10 funzionari amministrativi, 3 funzionari economici, 25 istruttori amministrativi e 2 istruttori economici, tutti destinati al settore socio assistenziale. 

L’Ordine nazionale, ricordando che le risorse per le assunzioni arrivano dal  lavoro svolto per il finanziamento del Pon inclusione, esprime soddisfazione e conferma il sostegno per le battaglie importanti insieme ai Consigli regionali, come in questa occasione il Croas Lazio. Insieme per rispondere a noi professionisti del sociale che svolgiamo un  compito essenziale e delicato, insieme per contribuire a rendere  migliore la vita dei cittadini in difficoltà.